Save the Children | Everyone

Il Villaggio Every One sarà presto a Milano

A partire dall’11 e fino al 16 novembre 2014, Milano sarà protagonista per una settimana della Campagna Every One di Save the Children contro la mortalità infantile, lanciata il 9 ottobre scorso a Roma. Oltre un mese di eventi e attività di sensibilizzazione e raccolta fondi, che vede l’Organizzazione impegnata in prima linea per dire basta alla mortalità infantile: 6,3 milioni di bambini sotto i 5 anni continuano a morire ogni anno nel mondo, molti dei quali per malattie banali, prevenibili e curabili come una diarrea o una polmonite.

Il Villaggio Every One in Piazza Castello, cherimarrà aperto gratuitamente al pubblico tutti i giorni dalle ore 10:00 alle 19:00, fino a domenica 16 novembre, e sarà inserito nel programma di Bookcity Milano con eventi a tema. Si tratta di un grande spazio di 170 mq pensato per coinvolgere attivamente tutti i visitatori attraverso installazioni interattive ed esperienze sensoriali ludico-educative, per poter diventare operatori di Save the Children per un giorno, e sperimentare le semplici soluzioni che possono salvare la vita a milioni di bambini.

Il Villaggio è inserito nel circuito di Bookcity Milano: sabato 15 e domenica 16 novembre presso la struttura si terranno alcune performance sui temi dell’integrazione e dell’infanzia, con il coinvolgimento di ragazzi e visitatori.

Sabato 15 novembre 2014 sono previsti tre appuntamenti (ore 12 – 15 – 17) durante i quali Save the Children presenterà “ I racconti migranti – storie di minori stranieri raccontate attraverso le loro parole”, durante i quali i ragazzi di CivicoZero (cooperativa che nasce nel maggio del 2011 dall’omonimo progetto finanziato da Save the Children, volto a fornire supporto, orientamento e protezione a minori stranieri e neo-comunitari in condizioni di marginalità sociale e a rischio di devianza, sfruttamento e abuso), leggeranno le proprie storie, raccolte nel Griot (il Cantastorie) foglio-giornale di strada. Mentre domenica 16 novembre 2014 (ore 12 – 15 – 17) Mohamed Ba, scrittore senegalese, autore e interprete per il teatro, coinvolgerà il pubblico, attraverso racconti e suggestioni, nella risposta ad una domanda: che ne sarebbe della nostra vita se, per misterioso caso, non fossimo nati qui ma nel “Terzo Mondo”? Ciò che per noi è scontato (studiare, mangiare, avere casa e cure, lavorare, persino invecchiare!…) là non lo sarebbe affatto!