Save the Children | Everyone

Le soluzioni contro la malaria

La malaria è una delle più importanti cause di mortalità infantile, ogni giorno uccide un bambino al minuto. E’  una malattia infettiva prevenibile e curabile, trasmessa dalle zanzare, che uccide 219 milioni di persone ogni anno, la maggior parte delle quali in  Africa Sub-Sahariana, dove è la principale causa di morte per i bambini sotto i cinque anni.

Il novanta percento delle morti, determinate da questa malattia, si verificano appunto nel continente africano, dove la malaria rappresenta circa un sesto di tutte le morti infantili. Le stime disponibili per il 2010 riguardo al carico di malattia a livello di paese mostrano che circa l’80% dei decessi ha luogo in appena 14 paesi e circa l’80% dei casi si verifica in 17 paesi. Insieme, la Repubblica Democratica del Congo e la Nigeria fanno registrare più del 40% del totale stimato di decessi a livello mondiale.

I casi più severi possono portare alla morte poiché i parassiti raggiungono organi quali il cervello, i polmoni, i reni o i vasi sanguigni. Un individuo che non è mai stato infettato, non sviluppando le difese immunitarie contro la malaria, ha molta più probabilità di contrarne una forma acuta. Di conseguenza, le persone più vulnerabili sono i bambini al di sotto dei cinque anni e le donne incinte, poiché durante la gravidanza il sistema immunitario si indebolisce. Quest’ultime, se colpite dalla malattia, hanno un rischio superiore di contrarre l’anemia, abortire o partorire bambini sottopeso. Oggi, questa patologia può essere prevenuta, diagnosticata e trattata con una combinazione di strumenti disponibili. Tuttavia, le stime globali indicano che, per finanziare la lotta contro la malaria, sarebbero necessari 5,1 miliardi di dollari ogni anno (UNICEF).

La malaria viene trasmessa all’uomo attraverso la zanzara femmina della specie delle anofele, che punge per nutrirsi di sangue e stimolare cosi la produzione di uova. Pungendo l’uomo, la zanzara inietta un parassita nel sangue che si colloca nel fegato dove si moltiplica. In seguito, i parassiti migrano nel sangue uccidendo i globuli rossi causando una serie di conseguenze (febbre, mal di testa, vomito ecc.) che possono portare alla morte.

Le soluzioni contro la malaria

La diagnosi ed il trattamento precoce della malaria riducono l’intensità della malattia e permettono di evitare che diventi mortale.mUn dato disaggregato indica che le morti per malaria in Africa sono diminuite del 33% negli ultimi sei anni. Nonostante questo, l’incidenza della malaria è ancora troppo forte, è quindi necessario ampliare l’accesso agli strumenti esistenti e svilupparne di nuovi. I Test diagnostici rapidi (Rapid-test – RDTs) stanno espandendo la capacità, nel mondo, di confermare i casi di malaria in aree remote, al fine di garantire un trattamento  adeguato nei modi e nei tempi.  La terapia antimalarica a base di Artemisinina combinata (ACT) è il trattamento base contro la malaria. Un trattamento completo salvavita per i bambini costa in media 0,80 euro e cura il bambino nell’arco di tre giorni.

Gli strumenti fondamentali per prevenire la malaria sono:

Zanzariere: La zanzariera offre protezione contro le zanzare ed altri insetti, e quindi dalle malattie che essi possono portare, tra tutte la malaria. Per essere il più efficace possibile, la maglia della zanzariera deve essere buona in modo tale da impedire agli insetti di entrare senza impedire la visibilità o il flusso d’aria. E’ possibile aumentarne l’efficacia trattandola con un appropriato insetticida o anti zanzare.

Test rapido: Il malaria rapid test (RTDs) aiuta nella diagnosi della malaria rilevando la presenza di parassiti della malaria nel sangue in soli quindici minuti.

Giochi e sorrisi: E’ importante avere un approccio positivo e allegro con i bambini, soprattutto quando essi si trovano in situazioni di disagio. Un bambino affetto da malaria, o altre patologie, tende a chiudersi in sé stesso accumulando paura e tristezza. Per questo, i nostri operatori sanitari sono molto attenti ad avere sempre un contatto allegro con il bambino.

In particolare le zanzariere trattate con insetticida a lunga durata (LLIN) possono prevenire la malaria attraverso la creazione di una barriera protettiva contro le zanzare durante notte, quando è maggiormente probabile che si verifichino le trasmissioni. Ogni rete è in grado di coprire almeno due persone. Inoltre lo spray insetticida spruzzato sulle pareti aiuta a uccidere le zanzare e a ridurre il tasso di trasmissione della malaria.

Secondo alcuni dati UNICEF dormire sotto una zanzariera impregnata di insetticida può ridurre la mortalità infantile del 20 percento. Vi è un’evidenza che, se usate correttamente e costantemente, le zanzariere possono salvare 6 vite per anno per ogni 1,000 bambini che dormono al riparo.

Per questo continuiamo a lavorare sulla prevenzione e cura della malaria, L’UNICEF ha calcolato che quando ci sarà una copertura universale, intesa come una zanzariera ogni due persone, sarà possibile ridurre la mortalità infantile del 20%.

La malaria è una delle priorità nei progetti di salute materno – infantile di Save the Children. Oltre alla distribuzione delle zanzariere nelle strutture sanitarie, come metodo di prevenzione efficace, i nostri operatori sanitari sono formati per riconoscere i sintomi della malattia e curarli. Molti bambini, soprattutto in Africa, continuano a morire perché non protetti dalle zanzariere mentre dormono. Save the Children forma gli operatori sanitari nelle comunità rurali fornendo loro strumenti adeguati, quali i test per la diagnosi rapida della malaria, in modo da poter somministrare in tempo la terapia adeguata ai bambini colpiti.

Nello specifico Save the Children:

  • forma gli operatori sanitari per gestire casi di malaria e altre malattie che colpiscono i bambini in età pediatrica e donne incinte.
  • distribuisce insetticidi da utilizzare nelle abitazioni per la prevenzione della malaria.
  • Fornisce gli strumenti per effettuare trattamenti di massa di casi di febbre da malaria.
  • Individua e bonifica i siti di riproduzione delle zanzare.
  • Insegna ai capi villaggio, e alla popolazione stessa, quali sono i sintomi della malaria e come riconoscerli
  • Consegna, tramite gli operatori sanitari, zanzariere trattate con insetticida per proteggere  in particolar modo le mamme che allattano, i bambini in età pediatrica e le donne incinte.
  • Attraverso l’aiuto degli operatori sanitari, delle autorità e della popolazione stessa, distribuisce le medicine per diagnosticare e curare la malaria (il test rapido per la diagnosi, il Coartem e le medicine a base di chinina).
  • Svolge un ruolo nel supporto e supervisione dei centri sanitari preposti dove i registri di monitoraggio e controllo dei casi di malaria sono stati realizzati in modo adeguato così da fornire un quadro realistico della situazione

 

 

Per saperne di più:

Every One- Le cure contro le malattie infettive

Every One – Mortalità infantile e carenze igieniche

Every One – Il filo rosso contro la mortalità infantile: gli operatori sanitari di comunità

Every One – Le soluzioni per prevenire la mortalità materno-infantile

Every One – Le soluzioni per prevenire la malnutrizione infantile